Marchio Regione Liguria    -    Marchio Filse 

1585092015


Terragir 3: un progetto per lo sviluppo territoriale 


Regione Liguria è partner del progetto europeo Terragir 3, inquadrato nel programma Italia-Francia Marittimo.
L’area operativa del progetto è quella che vive attorno all’alto Mar Tirreno, tra la Liguria, la Toscana e la Corsica. Uno spazio di scambio molto rilevante per i continui contatti fra queste regioni, declinati in un percorso storico ininterrotto. Il filo conduttore dell’azione è legato a tematiche forti ed attuali: i prodotti, il territorio, il turismo all’aria aperta. Nello specifico, ed in particolare in questo momento storico, si investe sulle aziende rurali che aprono le loro porte alle visite.

Negli ultimi anni si è assistito ad un importante sviluppo del cosiddetto “turismo esperienziale”. Il pubblico diventa sempre meno accontentabile da un punto di vista turistico e va alla scoperta dei luoghi, muovendosi seguendo un programma di viaggio. Scoprire, appunto, vuol dire essere davvero “viaggiatori”. Per questo il classico agriturismo o il turismo “verde” richiede un rinnovato protagonismo da parte di chi gestisce un’azienda agricola. Si richiedono infatti molteplici capacità di narrazione del proprio vissuto rurale e una capacità di far entrare il visitatore nel proprio mondo, nel proprio territorio onde apprezzare in modo completo i prodotti della terra. Spazi ben definiti, dunque, creati nel tempo, nei secoli e per questo molto apprezzabili. Ogni zolla di terra, ogni pietra, racconta una storia.

L’impegno di chi lavora al progetto è proprio quello di far emergere questi valori, in particolare espressi dai prodotti ad Indicazione Geografica. In tal senso si individuano le peculiarità di un’azienda agricola, la si aiuta nell’individuazione della propria missione narrativa. Infine, il panorama di offerte esperienziali legate al territorio ed ai suoi prodotti viene fatto conoscere al mondo dei tour operators, ma anche al viaggiatore curioso ed esigente. Si tratta dunque di un percorso fatto di più passaggi e che si intende sviluppare nel tempo, ivi comprendendo un continuo adattamento alla domanda turistica. Di fatto, si crea un sistema che possa essere un ulteriore sostegno per il mondo agricolo in una realtà fatta di più dimensioni di lavoro, in progressione, anno dopo anno. Il tutto in un momento mondiale indubbiamente difficile, ma proiettandosi nel futuro prossimo (ri)partendo da un dato di fatto incacellabile: la terra, l’acqua, gli elementi primari, dunque e l’opera dell’Uomo lavoratore.

TerrAgir 3 è un progetto finanziato dal programma Italia-Francia Marittimo, con capofila la Provincia di Nuoro e partner Regione Liguria (che si è avvalsa della collaborazione di Liguria International per lo sviluppo e realizzazione delle attività previste dal progetto), Regione Toscana, Odarc (Ufficio di sviluppo agricolo e rurale della Corsica), Consorzio per la tutela dell’olio extra vergine di oliva Dop Riviera Ligure, Strada del vino Cannonau, Federazione Strade del Vino, dell’Olio e dei Sapori di Toscana, Conseil Interprofessionnel des Vins de Corse – CIV.

Per saperne di più: QUI  

Ecco il video promozionale del turismo esperienziale in Liguria che è stato realizzato dal progetto:  

https://www.youtube.com/watch?v=F_DOY1YUAjw 

 

Le clip Terragir: una per una

Pronti per la scoperta ?  clicca QUI

Chi semina raccoglie  clicca QUI

Agricoltura eroica: e sono soddisfazioni  clicca QUI

Sapori tra terra, mare e cielo clicca QUI

Volersi bene, qui  clicca QUI

Ritornare bambini  clicca QUI

Nascere un’altra volta, ma in Liguria clicca QUI

 

Altri contenuti: 

presentato-il-progetto-europeo-terragir3-al-via-la-promozione-di-agriturismi-fattorie-didattiche-e-aziende-ittiche/
Terragir3: la Liguria Green& Blue da vivere a 360 gradi

torna all'inizio del contenuto